15enne tenta suicidio, parla il medico-eroe: “Aveva grave disagio causa periodo Covid”

Il dott. Michele Severini

Lo psichiatra ha convinto il ragazzino a desistere dall’estremo gesto di lanciarsi dall’ospedale Salesi di Ancona

di Marica Massaccesi

Il dottor Michele Severini è il medico-eroe che questa mattina ha salvato un ragazzo quindicenne intento a buttarsi nel vuoto nell’Ospedale Pediatrico G. Salesi di Ancona (leggi qui). Severini, psichiatra del reparto di Neuropsichiatria Infantile è riuscito a convincere il giovane a desistere e a portarlo nel reparto di npi per le cure del caso.

“E’ stata una situazione eclatante dove ho trovato il ragazzo con un grave disagio – racconta il dott. Severini – il lockdown, senza dubbio, ha fatto molti danni soprattutto nei giovani dal punto di vista psicologico ed emotivo. I tentativi di suicido in quest’ultimo periodo sono aumentati in tutta Italia e interessano soprattutto la fascia adolescenziale e sono aumentati anche i ricoveri per disturbi alimentari”.

“I ragazzini – continua lo psichiatra – alla fine cercano una guida di riferimento e se capiscono che c’è un interesse autentico si fidano e questo mi ha permesso di salvare il ragazzo. La lontananza dall’ambiente scolastico, la mancanza di interazione con il gruppo di pari e l’uso intensivo dei social network – conclude – sono tra le principali cause che hanno creato forme di disagio tra i giovani durante la pandemia. Dobbiamo cercare di dare risposte il prima possibile a questo disagio giovanile che continuerà, purtroppo, a esserci ancora per i prossimi mesi”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia